Questo sito utilizza cookie tecnici, inoltre sono installati cookie di terze parti (tecnici e profilanti). Chiudendo questo banner, l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per consultare l'informativa cookie completa visitare questa pagina.

OK

Pet Therapy

Vogliamo pensare ad una vita migliore per chi è meno fortunato di noi e,  con l’ausilio dei nostri cani, organizziamo vari corsi ed iniziative.

Gli interventi di tipo psico-educazionale e ricreativo con i progetti terapeutici, che sono mirati al miglioramento di alterazioni di disturbi fisici, della sfera emotiva e cognitiva efficace validata grazie all’utilizzo di valutazioni iniziali, intermedie e finali del progetto terapeutico, vengono seguiti da una equipe di lavoro di tutto rispetto tra cui:

  • Alberto Stimamiglio educatore cinofilo FISC – APICC e ENCI, operatore in pet Therapy
  • Cani preparati e testati con i protocolli della DELTA society

La Pet Therapy trova ampia applicazione in svariati settori socio-assistenziali, tra i quali le case di riposo, gli ospedali o le comunità di recupero. Questa attività consiste in pratiche terapeutiche di supporto che, con l'ausilio di animali, integrano, rafforzano e coadiuvano le terapie normalmente effettuate. L'obiettivo fondamentale è quindi il miglioramento della qualità della vita delle persone sofferenti e i principali soggetti a cui si rivolge questo tipo di terapia sono bambini ospedalizzati, anziani e alcuni tipi di portatori di handicap che, a causa della loro condizione, soffrono spesso di depressione, disturbi del comportamento, del sonno e dell'appetito. Si è osservato che a periodi di convivenza con animali è corrisposto un generale aumento del buon umore, una maggiore reattività e socievolezza e contatti più facili con i terapisti. Un miglioramento nello stato generale di benessere per chi spesso, a causa della solitudine e della mancanza di affetti, si chiude in se stesso e rifiuta rapporti interpersonali. Il cane, che ha un rapporto privilegiato con l'uomo, viene impiegato di frequente come co-terapeuta, sfruttando la sua naturale predisposizione al gioco, alla compagnia e all'interazione. Il principale obbiettivo medico è migliorare, nei pazienti, alcune capacità mentali, comportamentali (come il controllo dell'iperattività, il rilassamento corporeo e l'acquisizione di regole), psicosociali (come il miglioramento delle capacità relazionali e di interazione) o psicologiche (come il trattamento della fobia animale o il miglioramento dell'autostima). L'importanza del rapporto tra essere umano e animale ha radici nella preistoria, ma solo nel 1960 Boris Levinson enuncia per la prima volta le sue teorie sui benefici della compagnia degli animali che egli stesso applica nella cura dei suoi pazienti. Nel 1981, viene fondata negli Stati Uniti la Delta Society, che si occupa di studiare gli effetti terapeutici legati alla compagnia degli animali.